Il Digital Champion è una carica istituita dall'Unione Europea nel 2012. È un ambasciatore dell'innovazione.

Ogni Paese ne ha uno, con il compito di rendere i propri cittadini più digitali. Nello scorso Settembre il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha nominato Riccardo Luna come Digital Champion italiano che a differenza dei suoi predecessori (4 in 2 anni) ha deciso di declinare la carica andando sul territorio: ha deciso di nominarne 8000, uno in ogni comune italiano: una rete di attivisti, volontari, appassionati di digitale con il compito di mobilitare il paese porta a porta.

Il Digital Champion non è retribuito, non ha staff e non ha budget. Ma ciò nonostante in molti Paesi europei i Digital Champions stanno riuscendo a portare a segno risultati molto importanti creando reti di persone attorno a progetti in particolare di alfabetizzazione digitale. Svolgono anche un ruolo di stimolo nei confronti del governo e di raccordo in sede europea.

Obiettivi

I Digital Champions italiani avranno tre obiettivi:

  • dovranno essere una sorta di help desk per gli amministratori pubblici sui temi del digitale;
  • dovranno muoversi come difensori del cittadino in caso di assenza di banda larga, wifi ed altri diritti negati;
  • dovranno promuovere, anche con il ricorso al crowdfunding, progetti di alfabetizzazione digitale, dai bambini ai nonn

Iniziative

La carica che ho ricevuto non è un premio, ma un impegno!
Sono stimolato a mobilitare il mio paese sul tema dell'innovazione, attivandomi per l'alfabetizzazione digitale dei cittadini, degli imprenditori e della pubblica amministrazione.

  • Mi sono fatto promotore presso la PA di Rotondella dell'evento "Digital Day". Il 12 Marzo a Policoro (MT) si è svolta la giornata formativa per l'utilizzo della fatturazione elettronica obbligatoria dal 31 Marzo 2015 nei confronti della Pubblica Amministrazione;
  • CoderDojo Rotondella